Incontri sul contemporaneo (2012)

Incontri sul contemporaneo

a cura di Stefano Ferrari e Mona Lisa Tina
in collaborazione con il gruppo “Psicologia e arte contemporanea” dell’International Association for Art and Psychology – Sezione di Bologna

Per quanto apparentemente scontato, il dialogo tra psicologia,
psicoanalisi e arte contemporanea, soprattutto a livello teorico, non è
sempre facile. Accanto alle tradizionali “resistenze” degli artisti, che si
mostrano giustamente insofferenti nei confronti di eccessive invasioni
di campo, ci sono le chiusure e le incomprensioni di una critica
psicologica che, ancora troppo legata a modelli estetici tradizionali,
rischia di confondere i propri pregiudizi con asserzioni di carattere
scientifico. Questa serie di incontri, ispirati a una prospettiva
autenticamente interdisciplinare, auspica che il rapporto tra psicologia
e arte contemporanea, messa da parte ogni reciproca diffidenza, possa
svilupparsi in modo libero e creativo

20 febbraio
Mona Lisa Tina dialoga con l’artista Rita Vitali Rosati a proposito del suo testo “Ahi”: riflessioni per scatti fotografici sulla realtà politica e sociale contemporanea.

27 febbraio
Giovanni Gaggia, artista e direttore artistico di “Sponge Arte Contemporanea”, e Domenico Buzzetti, artista e vicepresidente dello stesso network, illustrano la loro visione di approccio all’arte, proponendo una selezione degli artisti e dei progetti più significativi che ne fanno parte. Realtà in divenire… inaspettate e umanamente vere 1+1?

5 marzo
Maria Grazia D’Amico (psicoterapeuta) e Sandro Iovine, giornalista e fotografo, presentano il lavoro dell’artista Bruno Taddei “Graffi dell’Anima. Autoritratti dell’invisibile”.

7 marzo
Silvia Di Vincenzo, storica dell’arte e curatrice, racconta dell’esperienza galleristica in confronto/contrapposizione con quella museale.

12 marzo
Isabella Falbo, critica d’arte e curatrice di eventi, presenta il lavoro dell’artista ferrarese Massimo Festi.

19 marzo
Roberta Ridolfi, giornalista e critico d’arte, parla del suo progetto “Arte in ospedale”: un percorso espositivo che rientra in un progetto di riqualificazione, accoglienza e umanizzazione messo in atto dalla Direzione dell’Azienda Ospedaliera Marche Nord.

26 marzo
Dino Ferruzzi riferisce delle attività e dei progetti del CRAC (Centro Ricerca Arte Contemporanea) di Cremona da lui diretto. Luogo come bene comune

2 aprile
Fosca Ugoletti, storica dell’arte e collaboratrice presso la “Collezione Maramotti” di Reggio Emilia, parla della storia e delle caratteristiche della Collezione.

16 aprile
Stefano Ferrari dialoga con l’artista Dario Gambarin, che illustra e discute i suoi lavori di Land Art.

 

 

Share

Autoritratto arti e terapie

Autoritratto arti e terapie

Immagine di sé, del proprio corpo e del volto in Arte e Danza Movimento Terapia
a cura di Art Therapy Italiana, sede di Bologna e International Association for Art and Psychology – sezione di Bologna

Possiamo ipotizzare l’esistenza di un bisogno originario di rappresentarsi, di lasciare un’impronta di sé, del proprio corpo e del proprio volto. Il primitivo, il bambino e più avanti l’adulto, muovono alla ricerca di segni che lascino traccia della loro esistenza, dunque della loro identità. Nessuno lascia una traccia di sé se non contemplando lo sguardo dell’altro e pensando a qualcuno che la dovrà vedere.
Il bisogno di vedersi riflessi in un’ immagine si accompagna a quello di essere visti. Nelle ricerche degli artisti degli ultimi anni sembra emergere una forte esigenza di riflessione sulla propria identità, a partire dal proprio corpo, attraverso sue rappresentazioni e azioni. Volendo indagare i linguaggi contemporanei di autorappresentazione, sia attraverso il corpo che i materiali artistici, sul confine tra arte e psicologia, intendiamo proporre alcune lezioni e workshop di Arte e Danza Movimento Terapia, ispirate alla tematica del corpo e dell’autoritratto. In Arte e Danza Movimento Terapia il processo creativo, attraverso il coinvolgimento corporeo implicato e l’uso dei materiali artistici e del movimento, permette di dare forma a rappresentazioni di sé in divenire. Ciò avviene alla presenza dello sguardo dell’arte terapeuta che contiene e valorizza in assenza di giudizio. Nei workshop proposti, attraverso l’esplorazione di tecniche e materiali artistici, grafico-pittorici, dei linguaggi performativi e di movimento-danza, ciascun partecipante, grazie al proprio processo creativo, potrà compiere questo breve viaggio alla ricerca del proprio ritratto. Segni, colori, forme, danze e azioni performative lo renderanno visibile e condivisibile all’interno del gruppo. Il gruppo costituirà uno spazio di riflessione, in cui i rispecchiamenti, le risonanze e gli scambi arricchiranno l’esperienza di ognuno.

Venerdì 16 novembre ore 11, presso il Dipartimento delle Arti Visive
La performance come autoritratto. Rappresentazioni del corpo tra arte e arte terapia
a cura di Mona Lisa Tina.
Sabato 17 novembre alle ore 18.00, presso la sede di Art Therapy Italiana
Workshop di Arte Terapia La performance come autoritratto
conduttrice Mona Lisa Tina.
Per informazioni e iscrizione al workshop scrivere a monalisatina77@yahoo.it

Venerdì 30 novembre ore 11, presso il Dipartimento delle Arti Visive,
Identità e alterità. Autoritratto e arte terapia, a cura di Rosaria Mignone.
Sabato 8 dicembre alle ore 15.30 presso la sede di Art Therapy Italiana
Workshop di Arte Terapia Tracce, segni, forme e composizioni allo specchio
conduttrice Rosaria Mignone.
Per informazioni e iscrizione al workshop scrivere a rosaria.mignone@fastwebnet.it

Venerdì 14 dicembre alle ore 11, presso il Dipartimento delle Arti Visive
Introduzione alla Danza Movimento Terapia. Percepirsi e rappresentarsi attraverso il corpo in movimento
a cura di Roberta Sorti.
Sabato 15 dicembre alle ore 17.30 presso la sede di Art Therapy Italiana
Workshop di Danza Movimento Terapia Autoritratto in movimento
conduttrice Roberta Sorti.
Per informazioni e iscrizione al workshop scrivere a sortiroberta@gmail.com

Conduttrici: Dott.ssa Rosaria Mignone, psicoterapeuta, arte terapeuta, docente supervisore di Art Therapy Italiana; Dott.ssa Roberta Sorti, psicoterapeuta, danza movimento terapeuta, docente supervisore di Art Therapy Italiana; Mona Lisa Tina, artista performer, arte terapeuta diplomata Art Therapy Italiana, coordinatrice insieme al Prof. Stefano Ferrari del Gruppo di studio “Psicologia e arte contemporanea”, IAAP.

Ogni appuntamento prevede due momenti distinti: una lezione teorica all’interno del corso di Psicologia dell’arte (Dams-Lettere) del Prof. S. Ferrari presso il Dipartimento delle Arti Visive, piazzetta Morandi, 2 – Bologna e un workshop presso la sede di Art Therapy Italiana, via Barberia, 13 – Bologna

Share