Corso Triennale di Arti Terapie – indirizzo Arti Visive e Performative

Corso di formazione triennale in Arte Terapia – Bologna
(Indirizzo Arti Visive e Performative)
II Edizione anno 2018

Direttore: Oliviero Rossi
Coordinatore su Bologna: Stefano Ferrari

SONO APERTE LE ISCRIZIONI

15% di sconto per chi si iscrive entro il 15 0ttobre 2017

Il Corso Triennale in Arte terapia – Indirizzo Arti Visive e Performative della “Nuova Associazione Europea per le Arti Terapie” si tiene a Bologna in collaborazione con “PsicoArt” ed è dedicato alla formazione di Arte Terapeuti professionisti, in linea con gli standard indicati dallo Statuto delle Professioni non regolamentate da albo professionale (Legge 14 Gennaio 2013, n. 4; GU 26/01/13 n. 22). La durata dell’iter formativo è di 1200 ore complessive e consente di conseguire, al termine dei tre anni, il Diploma di formazione in Arte terapia e di iscriversi a una delle diverse associazioni nazionali abilitate all’accreditamento del diploma come previsto dalla norma UNI 11592.

Modello teorico-metodologico del Corso Triennale

Cosa è l’arte terapia
Nella nostra prospettiva teorica, l’arte terapia è una forma di intervento nell’ambito più ampio delle relazioni di aiuto, nella quale si fa uso di diversi mediatori artistici al fine di favorire l’empowerment della persona o del gruppo, la piena utilizzazione delle proprie risorse e il miglioramento della qualità della vita.

La relazione e i processi creativi
L’orientamento teorico metodologico del corso triennale si colloca nell’ambito dell’approccio umanistico-esperienziale e fa riferimento ai principi teorici della Gestalt Espressiva. In tale prospettiva emergono in figura tre elementi: il mediatore artistico, le competenze relazionali e i processi creativi. Per relazione si intende sia quella con l’altro che quella con se stessi, mentre i processi creativi riguardano l’introduzione, nel gioco della relazione d’aiuto, del maggior numero di possibilità/opportunità da sperimentare nell’incontro con l’altro, per poter ritrovare stupore nel proprio essere se stessi in azione nel mondo e in contatto con le proprie emozioni. Ciò significa ricreare o modulare creativamente il rapporto con se stessi e con gli altri offrendo qualcosa di nuovo e inedito.

Il mediatore artistico
In quest’ottica, il mediatore artistico svolge la funzione di “cuscinetto relazionale” che crea occasioni di contatto autentico strutturate in forma triangolare: io, tu e il prodotto delle nostre azioni. La professione dell’arte terapeuta e, in essa, la mediazione artistica, consiste nell’arte di mettere in contatto una persona o un gruppo con le proprie risorse creative, permettendogli di lasciare nel mondo in modo consapevole qualcosa di profondamente proprio.

L’indirizzo Arti Visive e Performative
Nell’indirizzo “Arti visive e Performative”, che presuppone una particolare attenzione per la specificità del mezzo artistico considerato nelle sue relazioni con la storia dell’arte e le sue metodologie, è comunque fondamentale il lavoro con le immagini e le emozioni da esse veicolate. Esso infatti permette di inserire nella relazione d’aiuto la dimensione percettiva, che predispone al confronto con la propria esistenza e con la modalità di condurla. Nella misura in cui l’immagine è narrativamente ed espressivamente efficace, può attivare nella persona vissuti emotivi molto intensi. È proprio su tali vissuti che poggia il lavoro di ricerca e di valorizzazione delle risorse emotive e cognitive del cliente.

ESTRATTO DEL PROGRAMMA

Modelli applicativi
Introduzione alle arti terapie: storia, metodi e pratiche dell’arte terapia
Metodologia della progettazione degli interventi
La mediazione artistica nella relazione d’aiuto.
Costruzione del setting arte terapeutico
Metodi dell’immagine come narrazione autobiografica
I linguaggi performativi nella relazione d’aiuto
Il video e la fotografia nella relazione d’aiuto
L’espressione e la modulazione delle emozioni

Laboratori dell’arte terapia
Foto e Video
Pittura, Disegno e Collage
Arte terapia con tecniche performative
Musicoterapia
Danzaterapia
Teatro terapia
Narrazione e scrittura creativa
Tecniche video-fotografiche e Film-therapy
Stop Motion e Digital Storytelling

Contesti di intervento
L’intervento nella disabilità e nella riabilitazione
L’intervento nelle scuole e nei contesti socio-educativi
L’intervento nell’integrazione sociale e multiculturale
L’intervento nel contesto psichiatrico
L’intervento nel disagio sociale
L’intervento nelle aziende e nelle istituzioni
Metodologie per la valutazione dell’efficacia degli interventi

Discipline teoriche di riferimento
Antropologia culturale
Psicologia dell’arte
Metodologia dell’osservazione
Elementi di psicologia generale e dello sviluppo
Elementi di anatomo-fisiologia e neuroestetica
Elementi di neurologia e psichiatria
Elementi di metodologia della ricerca nelle artiterapie

Storia dell’arte e delle arti visive
Fondamenti di storia dell’arte
Storia ed evoluzione delle arti visive

Tirocinio
Tirocinio in strutture accreditate

Studio individuale
Project Work
E-learning
Redazione tesi

Supervisione
Incontri di supervisione a partire dal secondo anno di corso
La supervisione è il momento di confronto applicativo delle competenze acquisite.Viene svolto con il gruppo di pari sotto la supervisione diretta del Supervisore

<<>>

Destinatari
Requisito indispensabile per l’iscrizione al corso triennale è il possesso di una laurea triennale o equipollente. Può essere ammesso alla frequenza come uditore (senza la possibilità di ottenere il diploma finale ma unicamente un certificato di frequenza) anche chi, pur in assenza del requisito della laurea, possa dimostrare una significativa esperienza professionale in ambito educativo, sociale o artistico.

Ammissione
L’ammissione al corso avviene previa presentazione del certificato che attesta il possesso di un titolo di studio in linea con i requisiti sopra indicati e di un curriculum vitae aggiornato, a cui fa seguito un colloquio con un didatta della scuola.

Articolazione del corso
Ciascuna annualità del corso è articolata in 8 weekend (sabato e domenica) di 15 ore ciascuno e un residenziale intensivo (4 giorni) di 30 ore, per un totale, nel triennio, di 450 ore di lezioni frontali e laboratori. La supervisione (100 ore) il tirocinio (150 ore) e lo studio individuale (500 ore) completano il monte ore dell’intero percorso formativo.

Il diploma
Per ottenere il Diploma di Arte Terapeuta è necessario il completamento del monte ore previsto dal programma formativo, la redazione e la discussione di una Tesi finale.

IL CORSO E’ A NUMERO CHIUSO (max. 20 iscritti) E SI TIENE A BOLOGNA

Docenti
Dott.ssa Silvia Adiutori, dott. Francesco Bonsante, dott. Edoardo Brutti, prof. Roberto Caterina, prof. Stefano Ferrari, dott. Marco Mazza, dott. Cristiano Pinto, dott.ssa Silvia Ragni, prof. Oliviero Rossi, dott.ssa Mariella Sassone,  dott.ssa Chiara Tartarini, dott.ssa Sara Ugolini, dott.ssa Mona Lisa Tina.

Chi siamo
La Nuova Associazione Europea per le Arti Terapie organizza- Corsi di Specializzazione in Psicoterapia della Gestalt Espressiva, riconosciuti dal Miur, a Roma e Perugia, rivolti a medici e psicologi
– in collaborazione con la Pontificia Università Antonianum il master “Master video fotografia teatro e mediazione artistica nella relazione d’aiuto” a Roma
– in collaborazione con la Pontificia Università Antonianum il Master “La relazione come CURA L’assistenza tra malattia organica e disagio psicologico” a Perugia
– il Corso di formazione professionale in Arteterapia è alla terza edizione a Roma
– dal 2008 è editore della rivista “Nuove Arti Terapie”.

“PsicoArt” è la sigla che fa riferimento al sito web “PsicoArt. La psicologia dell’arte a Bologna” (http://www.psicoart.unibo.it) e alle attività dell’insegnamento di Psicologia dell’arte presso il Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna tenuto del prof. S. Ferrari, che dirige “PsicoArt. Rivista in line di arte e psicologia” (https://psicoart.unibo.it) e la collana di monografie “Quaderni di PsicoArt”.

Costi
1 anno: € 1700+ Iva
2 anno: € 1980+Iva (comprensivo di 2 weekend di supervisione)
3 anno: € 2120+Iva (comprensivo di 3 weekend di supervisione)
L’importo annuale è suddivisibile in 4 rate, la prima delle quali all’atto dell’iscrizione.

Informazioni
Le attività del corso si tengono presso l’Associazione “A passo d’uomo” in via Andrea Costa, 4/2A – Bologna.
Per informazioni sul corso si veda:  http://www.psicoart.unibo.it e www.nuoveartiterapie.net
Per un contatto più diretto si può scrivere a: nuoveartiterapie@gmail.com o telefonare alla segreteria amministrativa (Roma) nei seguenti orari:
Lunedì 11 – 17 / Giovedì 9 – 15
Tel./Fax 06.3725626

 

Scarica PDF: Corso Bologna 2018

Share

Arte terapia: creatività e relazione d’aiuto

Nell’ambito del Seminario di Attività F di Psicologia dell’arte
in collaborazione con “PsicoArt” e con la
International Association for Art and Psychology – Sezione di Bologna

Sabato 12 marzo 2016 ore 9,30
nell’Aula Magna di S. Cristina, piazzetta Morandi, 2 – Bologna

Arte terapia: creatività e relazione d’aiuto
Tavola rotonda

>>><<<

Sabato 12 marzo 2016 ore 14,15-18
presso Sala del Laboratorio 41, via Castiglione, 41- Bologna
Workshop di Arte Terapia
“Immagini attive

condotto da Oliviero Rossi e Mona Lisa Tina

 

La quota di iscrizione al workshop è di € 25 e il numero massimo dei partecipanti è 18.
Info iscrizioni: oliviero.rossi@gmail.com / monalisatina77@yahoo.it


N.B.
La partecipazione al workshop verrà considerata un titolo privilegiato nella domanda di ammissione al “Corso triennale in Arte terapia – orientamento Arti Visive e performative”, che verrà attivato a Bologna nel gennaio 2017.
Per informazioni si veda: http://www.psicoart.unibo.it/category/archatt/2016-archatt/avvisi-2016/ e/o
http://www.nuoveartiterapie.net

Scarica PDF:Volantino Convegno 12 marzo

Share

Incontro con gli artisti Giovanna Lacedra e Nicola Fornoni

Nell’ambito del quarto ciclo degli “Incontri sul contemporaneo”,
organizzati da Stefano Ferrari e Mona Lisa Tina in collaborazione con “PsicoArt” e il gruppo “Psicologia e arte contemporanea” della
International Association for Art and Psychology – Sezione di Bologna

Venerdì 4 marzo 2016 alle ore 16
nell’aula 6 di S. Cristina, piazzetta Morandi, 2 – Bologna

“Questo è il mio corpo”
incontro con gli artisti
Giovanna Lacedra e Nicola Fornoni

presenta
Mona Lisa Tina

Scarica PDF: Lacedra:Fornoni

 

 

 

 

Share

Incontro con l’artista Nanni Menetti

Nell’ambito dell’insegnamento di Psicologia dell’arte
in collaborazione con “PsicoArt”
e il gruppo “Psicologia e arte contemporanea” della
International Association for Art and Psychology – Sezione di Bologna

Mercoledì 24 febbraio 2016 alle ore 11
nell’aula 2 di S. Cristina, piazzetta Morandi, 2 – Bologna

incontro con l’artista

Nanni Menetti
su
“Criografie: il lavoro del gelo naturale”

 

coordina Stefano Ferrari

Scarica PDF: Nanni Menetti 2

Share

Oltre l’immagine. Inconscio e fotografia

Nell’ambito dell’insegnamento di Psicologia dell’arte
in collaborazione con “PsicoArt”
e il gruppo “Psicologia e fotografia” della
International Association for Art and Psychology – Sezione di Bologna

Venerdì 19 febbraio 2016 alle ore 11
nell’aula 2 di S. Cristina, piazzetta Morandi, 2 – Bologna

Maria Aliprandi e Serena Calò
presenteranno il libro

Oltre l’immagine.
Inconscio e fotografia
a cura di S. Guerrini e G. Gilli
(Postcart, 2015)

 coordina Stefano Ferrari

Scarica PDF: Inconscio e fotografia

 

Share

Lavoro ad arte, un film, un libro

Nell’ambito del quarto ciclo degli
“Incontri sul contemporaneo”,
organizzati da Stefano Ferrari e Mona Lisa Tina in collaborazione con “PsicoArt” e il gruppo “Psicologia e arte contemporanea” della
International Association for Art and Psychology – Sezione di Bologna

Venerdì 19 febbraio 2016 alle ore 16
nell’aula 2 di S. Cristina, piazzetta Morandi, 2 – Bologna

LAVORO AD ARTE, UN FILM, UN LIBRO
Incontro con l’artista e curatrice del progetto “Cuore Di Pietra”,
Mili Romano
e con gli autori del film/documentario
Marco Mensa ed Elisa Mereghetti 

presenta
Mona Lisa Tina

Seguirà la proiezione del film

Scarica PDF: Mili Romano

 

 

 

 

 

 

 

Share

Incontro con Ivan D’Alberto

Nell’ambito del quarto ciclo degli
“Incontri sul contemporaneo”,
organizzati da Stefano Ferrari e Mona Lisa Tina
in collaborazione con “PsicoArt”
e il gruppo “Psicologia e arte contemporanea” della
International Association for Art and Psychology – Sezione di Bologna

Venerdì 12 febbraio 2016 alle ore 16
nell’aula 6 di S. Cristina, piazzetta Morandi, 2 – Bologna

Ivan D’Alberto
parlerà del suo libro

Il terzo occhio.
Dall’omicidio di Avetrana a Profondo Rosso,
dai plastici di Bruno Vespa alle installazioni di Angelo Colangelo

 presenta
Mona Lisa Tina

 

Scarica PDF: D’Alberto

Share