Associazione APS

PsicoArt – Associazione di Psicologia dell’arte APS

Presidente: Stefano Ferrari
Vice-presidente: Chiara Tartarini
Altri membri del direttivo: Cristina Principale, Mona Lisa Tina

Sede legale: Parma, borgo Riccio da Parma, 6
Sede operativa: Bologna, Dipartimento delle Arti, piazzetta Morandi, 2

L’associazione si è costituita formalmente nel 2008 come “IAAP -International Association for Art and Psychology – sezione di Bologna”. Il 26 giugno 2019 l’assemblea straordinaria ne ha modificato la denominazione e lo statuto, che è stato registrato regolarmente presso l’Agenzia delle Entrate di Parma.

Scopi e finalità (art. 2)
L’Associazione persegue finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale attraverso lo svolgimento continuato di attività di interesse generale ai sensi dell’art. 5 del D.Lgs. 3 luglio 2017 n. 117 e successive modificazioni ed integrazioni, prevalentemente a favore degli associati e di terzi finalizzate a: ricerca scientifica di particolare interesse sociale e organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale di cui al presente articolo .

In particolare, per la realizzazione dello scopo prefisso e nell’intento di agire in favore di tutta la collettività, l’Associazione si propone di:

– Promuovere studi e ricerche nell’ambito della psicologia dell’arte intesa in tutte le sue possibili declinazioni mediante un metodo di lettura integrata e multidimensionale dell’opera d’arte, comunque intesa, senza preclusioni di epoche, stili o artisti, prendendo in considerazione gli aspetti psicologici sia della produzione che della fruizione artistica;
– organizzare incontri dibattiti e fattive collaborazioni con le comunità scientifiche e con le istituzioni interessate.

Per il raggiungimento degli scopi sociali l’Associazione intende promuovere, tra gli altri, i seguenti settori di studio, anche attraverso la costituzione di specifici gruppi di lavoro:

– Psicologia, psicoanalisi e arti contemporanee;
– Arti terapie;
– Arti irregolari (Outsider Art);
– Fotografia e psicologia;
– Fruizione e didattica museale;
– Letteratura e psicoanalisi

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *